Obiettivi della musicoterapia

La musica ha il potere di coinvolgere diversi organi sensoriali: produce stimolazioni visive, tattili, cinestetiche, oltre che uditive. Queste modalità multisensoriali rendono la musica ideale per l’uso psicoeducativo. 

L’elemento fondante è che la musica non è mai solo ed esclusivamente musica: movimento, suono e musica, in musicoterapia, sono praticamente una stessa entità.

La musicoterapia non si pone obiettivi rispetto all’acquisizione di competenze musicali specifiche, né ricerca risultati validi rispetto a canoni estetici universalmente riconosciuti. 

È una metodologia che si affianca ad altre di tipo medico, psicologico e sanitario in un quadro di presa in carico globale della persona. 

L’intervento di musicoterapia, quindi, deve potersi integrare nel progetto educativo già in atto, e non connotarsi come un evento isolato. Esso può contribuire al lavoro riabilitativo attraverso l’utilizzo di tecniche di osservazione, di ascolto e di intervento, centrate sulla comunicazione non verbale, espressa attraverso i suoni e i ritmi personali. 

In generale, può trovare maggiore spazio e peso terapeutico nei casi in cui il problema presentato dal paziente coinvolga in maniera specifica gli aspetti della comunicazione, ma anche dell’attenzione in genere, e del ritardo psico-motorio, con particolare riferimento a deficit di coordinazione fine e grosso motori, deficit cognitivi e disturbi in età evolutiva.

Eventi

cache/resized/8854306103eba26e62dc7aaf2a65f840.jpg
22 Giugno 2019
OPEN DAY Scuola di Musicoterapia Oltre
cache/resized/e3bf8ea3a52aa1b27674392b4f487673.jpg
04 Dicembre 2018
Sono aperte le iscrizioni alla Scuola di
cache/resized/7df5f2743fb0b8306db8d6da3b5eb56f.jpg
17 Febbraio 2018
17.02.18 ore 9.00 MUSICOTERAPIA E AUTISMO
cache/resized/dc00aa794f12843b86c59bcd7e64c62b.jpg
14 Gennaio 2018
Ultima opportunità per l'ammissione all'anno
Top